La Neviera del Monte Sirente

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background


La Neviera del Sirente non è soltanto un luogo incantevole e suggestivo ma la testimonianza di antiche funzioni economiche della montagna, dove il ghiaccio e le immense faggete che  rivestono le pendici del monte fino ai 1800 metri di quota, rappresentavano un insostituibile fonte di reddito. Il ghiaccio della Neviera, cavato fin dall’antichità dalle genti di Secinaro, giungeva a valle, nella Marsica, nel pescarese/chietino e fino a Foggia, per usi alimentari e sanitari. Si trasportava a dorso di mulo conservato in sacchi di iuta foderati di cama e pula, per l’isolamento termico. L’unità di misura per la vendita era la “soma” ovvero il carico sopportato dal mulo, corrispondente a circa 100 kg.