Due giorni di alta montagna. La vetta del Velino pernottando al Rifugio Sebastiani

21 e 22 Ottobre 2017

Due giornate per vivere a 360 gradi le montagne abruzzesi del Parco Sirente Velino dalla vetta più bella. Sarà un periodo perfetto per appassionati di fotografia nonchè di coloro che vogliono ammirare il foliage che in questo periodo tinge i boschi di giallo, arancione e porpora. Il primo giorno saliremo al rifugio facendo il sentiero della valle cerchiata, ed il secondo giorno partiremo la mattina presto all’alba per la vetta del Monte Velino (2487m.), riscenderemo poi alle 13-14 al Rifugio, dove ad attenderci ci sarà un gustoso pranzetto.

Entrambi i sentieri non presentano zone esposte e/o oggettivamente pericolose. L’escursione è adatta a persone allenate con una condizione fisica molto buona

DSC_0249

****** 1 giorno

Ora di partenza: ore 8,30 da Rocca di Mezzo (di fronte al municipio)
Arrivo: ore 13 Rifugio Sebastiani.
Difficoltà: E facile/medio
Dislivello: 600 m
Tempo: 3,5 ore (escluse pause)

Partiremo sabato mattina 21 ottbre alle 8 e mezzo per dirigerci ai Piani di Pezza, il cuore del parco, ancora oggi sede di pascoli e culla della biodiversità. Da Capo Pezza (1.534 metri s.l.m.) , dove lasceremo le macchine, attraverseremo la faggeta della Valle Cerchiata per poi risalire lo Iaccetto di Pezza, fino a raggiungere il Colle dell’Orso, dove il panorama spazia fino alle vetta dei monti Cafornia e Velino e al Vallone di Teve.

rifugioSeguiremo il sentiero che percorre longitudinalmente l’ampio circo glaciale, quasi sempre alla stessa quota si giunge al Rif. Sebastiani (2.102 metri s.l.m.), offrendo durante il cammino splendidi panorami (Sentiero n. 1). Alle ore 13, presso il rifugio, è previsto il pranzo ad un costo convenzionato di 18 euro, primo secondo e contorno (bevande escluse). Conosceremo quindi la proverbiale ospitalità di Eleonora e degli altri gestori apprezzando così la dleiziosa cucina del Rifugio.

Passeremo il pomeriggio facendo la siesta immersi nella pace, chi vorrà potra guardare film o leggere libri immergendosi completamente nello spirito dell’Appennino e per coloro che vorranno sgranchirsi le gambe alle ore 16,45 saliremo sul Costone (2267 m.) 40 min. per ammirare le luci del tramonto in vetta. Riscenderemo al rifugio per un po’ di stretching rilassante e ceneremo alle ore 19.

****** 2 giorno

foto6Sveglia alle 7, si parte per il Monte Velino 2487 m, la vetta più alta e maestosa di questo massiccio. L’itinerario attraversa alcune delle zone più belle e selvagge del Parco Sirente-Velino. Entusiasmante il panorama sul Velino dal Colle dell’Orso così come lo splendido anfiteatro sommitale, appena subito dopo la partenza dal Rifugio Sebastiani.
Poco dopo incominceremo a scendere al Colle del Bicchero (2075 mslm) che si percorre fino alla cima omonima piegando da qui in direzione del Monte Cafornia dove, giunti ad un colletto, vedremo ormai vicinissima la piramide della vetta che raggiungeremo risalendo la cresta Nord.
Rifaremo il percorso inverso ritornando al Rifugio a prendere il resto dell’equipaggiamento lasciato.
Appena arrivati al rifugio alle ore 14 ci aspetta, per finire in bellezza, un gustoso e caldo pranzo per chiudere come una cornice questo splendido week end.

Ora di partenza: ore 7 e 30 dal Rifugio Sebastiani
Ritorno: ore 17 alla macchina.
Difficoltà: EE
Colazione al Rifugio e pranzo al Rifugio
Tempo: 6,30 ore andata e ritorno (escluse pause)
Dislivello: 386m salita – 900 m discesa.


*******
ABBIGLIAMENTO
Si consiglia di indossare un abbigliamento da trekking invernale, con eventuali cambi (maglietta termica maniche lunghe, pile, pantaloni lunghi, piumino e/o giacca a vento); scarpe da trekking e calzini adeguati; berretto di lana, guanti e scaldacollo. Zaino con buoni spallacci ed almeno da 30 litri, in cui mettere: antipioggia; acqua (2 litri, non ci sono fonti tranne nel luogo dell’appuntamento), snack, frutta secca e pranzo al sacco, eventuali cambi e proprie necessità.
Portare almeno 2 litri d’acqua per giornata, che potrete prendere acquistare anche al rifugio. Per il pernotto va benissimo il sacco letto, o se lo avete il sacco a pelo. 

PREZZI
– 35 euro soci CAI, 45 euro non CAI ( mezza pensione Pernotto, colazione e cena )
– 45 euro (costo accompagnatore, con inclusa l’assicurazione per due giorni)
– 18 euro, costo del pranzo forfettario del primo + il secondo giorno (bevande escluse). Per entrambi i pranzi ci si può organizzare individualmente, oppure assaporare i prelibati piatti del rifugio.

AVVERTENZE

Comunicare alla Guida tutte le eventuali intolleranze alimentare,
Il programma potrà essere modificato o interrotto dalla guida per il livello tecnico insufficiente dei partecipanti, garantendo la sicurezza del gruppo o per ragioni metereologiche.
* Numero massimo di partecipanti, 10. Minimo partecipanti 5.

È obbligatorio prenotarsi al telefono della guida entro il 16 ottobre 2017:
Matteo Lorenzoni 3397376105 o mandando una mail a segreteria@abruzzomountainswild.com

La guida è abilitata all’esercizio della professione ai sensi della legge 6/89 (Legge quadro sulle professioni di montagna)ed è iscritta al Collegio delle Guide Alpine dell’Abruzzo.

Qualche notizia sul Rifugio Sebastiani

Il primo rifugio del massiccio del Velino viene inaugurato dalla sezione di Roma del CAI nel 1922. Viene dedicato all’alpinista e ingegnererifugio Vincenzo Sebastiani, caduto nella Grande Guerra, che ne aveva proposto la costruzione. Questa confortevole struttura sorge a 2102 metri di quota, poco a monte del Colletto di Pezza. È il rifugio più frequentato del Velino per la calda ospitalità offerta e per il magnifico panorama. Incombono sul rifugio la vetta orientale del Costone e la Cimata di Puzzillo, verso est spicca la parete della vetta occidentale del Costone. Oltre il Piano di Pezza si alza il Sirente. Salendo verso il Costone appare il Corno Grande.
Attualmente la struttura dispone di 13 posti letto, è aperto in estate e in molti weekend del resto dell’anno. Informazioni al 368.279463 o su www.rifugiovincenzosebastiani.it.

Leave a Comment