Dall’acqua delle fate ai balzi del Sirente

Tutti giovedi del mese di agosto ci addentremo su un sentiero quasi sconosciuto ma familiare per chi è pratico della zona di Ovindoli.
E’ misterioso per via dei suoi nomi e altrettanto spettacolare per i suoi scorci inaspettati.

L’escursione avrà luogo nel Parco Sirente-Velino, e sarà un anello medio-facile, senza tratti ripidi. Passeremo dai verdi pascoli dell’altipiano, ai fitti boschi di faggio, quasi dimenticati dall’uomo, per sbucare poi su balconi rocciosi che conducono sulle vallette infinite del Sirente.20170524111137
Partiremo dai maneggi, dove si trova la sorgente Acqua delle fate (1360 m), per poi proseguire su una mulattiera che si addentra in bosco fitto, chiamato Valle del Mago. In questi boschi di faggio misti a radure, se ne avremo la fortuna, sarà possibile ammirare la presenza di fauna selvatica, come il cervo, frequentatore di queste alture dalla tarda primavera all’autunno. Passo dopo passo lasceremo dietro di noi un panorama ineguagliabile per morfologia, dai monti della Serra di Celano al gruppo mountuoso del Magnola fino alle vette che custodiscono gelosamente i Piani di Pezza. 20170524114238A quota 1700 m di altezza il sentiero esce dal bosco costeggiando un balcone roccioso a picco sulla Valle d’Arano, uno scorcio unico che apre i nostri sensi verso le aspre Gole di Celano e le lussureggianti pianure di antichi coltivi.
Poco dopo scenderemo dolcemente verso il Vallone dei Puzzilli, oggi zona strategica per pascolo di ovini che si insediano nell’area durante i mesi estivi. Lunghe vallate che richiamano silenziosamente la vetta del Sirente, si apriranno ai nostri occhi. Da qui procederemo verso i Balzi del Sirente, zona nota per la presenza di Camosci, dove ammireremo un panorama ancor più grandioso, la vallata Aquilana e la catena del Gran Sasso a fargli da protezione.

 

20170524114909Dove aver pranzato scenderemo lentamente verso la valle d’Arano rientreremo alle macchine per le ore 16.30.

ORA E LUOGO DELL’APPUNTAMENTO: tutti i giovedi del mese 3-10-17-24-31 alle ore 9 in  piazza di Ovindoli, da qui proseguiremo tutti insieme per raggiungere l’inizio del sentiero, dove lasceremo le macchine.

COME ARRIVARE: autostrada A25 uscita Celano, proseguire fino a Ovindoli. Tempo di percorrenza da Roma: 1 h e 15 minuti. Da Pescara uscire ad Aielli- Celano e seguire le indicazioni per Ovindoli.

ABBIGLIAMENTO: Si consiglia di indossare un abbigliamento da trekking estivo (maglietta traspirante, pile, pantaloni lunghi (no jeans),  e giacca a vento); scarpe da trekking e calzini adeguati; berretto antisole, guanti e scaldacollo. Zaino in cui mettere: antipioggia; acqua (2 litri); e qualche panino, snack per arrivare al pranzo al sacco
Facoltativo: macchina fotografica e binocolo.
Utili i bastoncini da trekking, se li avete. Un trucchetto: metti gli oggetti delicati (binocolo, cellulare, portafoglio) e gli indumenti all’interno di sacchetti di plastica. In caso di acquazzone salverai così capre e cavoli.

COSTO: 15 euro che includono l’assicurazione ed il costo dell’Accompagnatore.

Scarica la scheda tecnica >

AVVERTENZE: L’escursione sarà annullata per cattive condizioni meteo.

L’accompagnatore per eventuali motivi di sicurezza si riserverà il diritto di cambiare l’itinerario.

È obbligatorio prenotarsi telefonicamente o tramite mail entro le 20 del giorno prima.

Per ricevere il programma dettagliato e per le iscrizioni
Segreteria Abruzzo Mountains Wild
Matteo Lorenzoni 3397376105 – segreteria@abruzzomountainswild.com

 

Leave a Comment