Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background


Quanto tempo può durare un viaggio? Un giorno, un mese, un anno…Oppure può durare mezz’ora e te lo porti dietro una vita. Come può essere un viaggio? Vissuto, raccontato, immaginato, o attraversato sporcandosi gli scarponi e riempiendosi l’anima di emozioni. Perché un viaggio?

Per ritrovarsi.

I viaggi di Penelope” è il nome che abbiamo voluto dare a questo nostro progetto. Perché non Ulisse? Perché lui agisce nel tempo, Penelope lo crea e lo costruisce secondo il suo ritmo; tesse e disfa la sua tela, notte e giorno, disegnando percorsi, modificando situazioni, reinventandosi ogni volta in una strada diversa. I fili sono la sua fonte di ispirazione. I fili uniscono punti, raccontano storie, tengono in piedi un discorso, tracciano strade, indicano la via di uscita.

Un modo di viaggiare che nell’ambito di un percorso di trekking incontra dei laboratori artigianali che arricchiranno ogni giorno il bagaglio di conoscenza sull’Abruzzo, la sua storia e le sue tradizioni.

Un modo nuovo di vivere il territorio e riscoprire tradizioni perché quanto ci arriva dal passato “non è un peso, ma un paio di ali che sostiene il futuro luminoso che ci aspetta”.

viaggi di penelope

Clicca sull’immagine per vedere il video – Click on the image to watch the video






L’Abruzzo mi si è srotolato davanti come i fili di lana dei gomititoli di Antonella, fattosi umano nelle persone amiche incontrate, conosciuto negli animali, piante, fiori, montagne, acqua la cui storia è raccontata da Vanessa; chiacchiere, cultura e sassi ti scorrono accanto come la filastrocca di una nonna e i suoi spaghetti alla chitarra” - Paola

“Sulla via delle greggi, sotto un sole d’estate, vicina sento questa terra come fosse casa. Amici aspettavano qui da sempre. Una risata nella gola. Mani nella farina. Fiori per dipingere. Lana da intrecciare. E stare insieme a tavola a dimenticare il tempo. ”  – Annamaria

Segui I Viaggi di Penelope su

logoFB youtube-red-square